Cannes Yachting Festival ’19: Q&A con Maurizio Granai

 

Ferretti Group sul podio del Cannes Yachting Festival

 

A pochi giorni dalla chiusura del Cannes Yachting Festival, abbiamo fatto quattro chiacchiere con Maurizio Granai che ha seguito l’evento direttamente da uno dei punti nevralgici dell’esposizione: la zona riservata a Gruppo Ferretti.

Maurizio, cosa rappresenta il Cannes Yachting Festival per GPY Marine?

«Un’occasione unica. Durante il Cannes Yachting Festival, i principali attori del settore sfoderano le loro carte vincenti. In un’atmosfera elegante vengono presentate anteprime esclusive in grado di sorprendere anche i più vicini al mondo dello yachting. Ma non solo: il Cannes Yachting Festival ci permette di venire in contatto con moltissimi armatori e di mettere a punto le trattative in essere. Insomma, senza ombra di dubbio, si tratta del più importante evento del settore e Gpy Marine è lieta di parteciparvi come dealer ufficiale di Ferretti Group.»

Ferretti Group ha presentato il Ferretti Yachts 720: dicono che inauguri un nuovo modo di vivere il mare. Perché?

«Ogni anno Ferretti Group supera sé stesso. Dunque Ferretti Yachts 720 ne è la riprova: spazi incredibili, molteplicità di aree stivaggio e altezze fuori dal comune. Un’imbarcazione che supera ampiamente i 20 metri di lunghezza e i 5 di larghezza e che Gruppo Ferretti ha dotato di soluzioni straordinariamente innovative per il suo piedaggio. Siamo quindi difronte ad un capolavoro dello yatching. Questo lascia emergere la continua evoluzione del marchio Ferretti.»

Infine, cosa dire dei numerosi World Yachts Trophies ottenuti da Ferretti Group?

«L’ennesima conferma di quanto il Gruppo sia avanguardia pura nel mondo dello yachting. Tra gli altri modelli, la giuria del WYT ha premiato Ferretti Yachts 720 con il Best Exterior Design Trophy cat. 19,5-24 mt, Pershing 140 con il Best Exterior Design Trophy cat. 30-50 mt ed ha incoronato Fulvio De Simoni, designer di Pershing 140 e Pershing 8x, Designer of the Year. Un successo annunciato di cui andare fieri.»

Condividi Articolo

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Torna su